Pubblicato il

LE SOSTANZE ODOROSE

Gli oli essenziali sono miscele complesse di sostanze volatili e odorose, liquide o solide, prodotte da molte piante e raccolte all’interno delle cellule vegetali sotto forma di minuscole goccioline, dentro cavità rotondeggianti dette vacuoli. Essi sono intimamente connessi con i processi vitali che si svolgono nell’organismo vegetale e si possono localizzare in diverse strutture della pianta, alle quali conferiscono l’odore caratteristico: nelle foglie, negli steli, nei frutti, nella scorza dei medesimi, nei rami, nel legno, nella corteccia, nella resina, nei fiori, nei semi, nella radice, nel rizoma. Attraverso diverse procedure queste miscele di sostanze sono estratte e quindi utilizzate dall’uomo. Per alcune varietà di piante possono essere estratti oli essenziali differenti dal punto di vista qualitativo e quantitativo, da parti diverse della stessa pianta. La quantità essenziale contenuto in una pianta, è di solito molto ridotta, anche inferiore allo 0,001%, ma per altre specie può essere molto abbondante anche il 15% e oltre.

 L’olio essenziale rappresenta per la pianta una sostanza difensiva contro parassiti, insetti, muffe; inoltre svolge funzioni cicatrizzanti e rigenerative nei casi in cui venga intaccato il fusto. L’aroma è anche di aiuto per la riproduzione della pianta, poiché attira gli insetti per l’impollinazione; infine le piante comunicano tra di loro attraverso la diffusione degli oli essenziali.

Gli oli  essenziali  vengono  estratti  dalla pianta per distillazione in corrente di vapore o per spremitura nel caso degli agrumi.  In questo modo si riesce a cogliere e conservare l’essenza pura della pianta. Gli oli essenziali  si rivolgono all’organismo umano nella sua totalità e sono in grado di produrre effetti sul piano fisico, emotivo e mentale. I profumi agiscono sull’ipotalamo e sull’ipofisi, innescando reazioni a cascata sul sistema ormonale e offrendo quindi possibilità terapeutiche di vario tipo. 

Gli oli essenziali sono:        

volatili: nel senso che hanno la capacità di evaporare e diffondersi nell’aria per questo possono essere inalati attraverso le vie respiratorie;

odorosi: nel senso che emanano delle fragranze grazie alle quali il nostro olfatto va a stimolare alcune aree cerebrali ;

oleosi: nel senso che sono liposolubili (che possono sciogliersi nei grassi) e quindi facilmente assorbibili dalla pelle.

Le tante virtù degli oli esplicano un’azione completa sulla persona andando ad agire sulle tre dimensioni corpo, anima, mente:

Corpo: i principi attivi dell’olio essenziale a seconda della proprietà (antisettici, bioattivanti…) vanno ad agire direttamente sul corpo fisico (corpo e organi annessi);

Anima: il profumo con le sue sottili vibrazioni interagisce con il campo magnetico umano allineandone l’energia, inoltre attiva la sfera emozionale;

Mente: calma, tonifica, riequilibra il sistema nervoso.

Non a caso i tre piani dei profumi sono definiti:

Note di testa (arancio, bergamotto, clementina, basilico, citronella, lemongrass, limetta, mandarino, menta, pompelmo, verbena) aiutano a schiarirsi le idee apportando un senso di freschezza alla mente. Tra i profumi sono i più volatili, quindi il loro effetto dura da un minimo di pochi secondi a un massimo di un ora.

Note di cuore (gelsomino, geranio, lavanda, neroli, rosa, ylang ylang, melissa, mirto, salvia, cipresso, rosmarino, timo, finocchio, camomilla, sclera) aiutano ad aprire, sciogliere e rilassare l’anima quando soffre o è in disequilibrio. Sono profumi aspri o dolci che possono rimanere per diverso tempo sulla pelle. La vibrazione che passa è ampia, di quelle che aprono note di base .

Note di base (cedro, abete, calendula, canfora, mirra, incenso, cannella, legno di rosa, ginepro, pino marittimo, pino mugo, sandalo, piuno cembro) aiutano a fortificare, purificare e tonificare la base/il terreno che è il corpo.  Si tratta di profumi caldi e “pesanti” che possono rimanere per qualche giorno sulla pelle. La vibrazione che passa è profonda, di quelle che centrano su se stessi. La maggior parte degli oli di questo gruppo esplica un’azione positiva sui polmoni: una volta diffusi nell’aria la rivitalizzano e la purificano (ad eccezione della rosa e del sandalo) aumentando la capacità respiratoria. 

 

Pubblicato il

FAI FLUIRE LA TUA ESSENZA ….

FAI FLUIRE LA TUA ESSENZA PROFONDA CON L’OLIO ESSENZIALE DI CEDRO.

 

L’olio essenziale di cedro  aiuta a guardarsi nel profondo, a ordinare i pensieri , scacciando le preoccupazioni. Rimuove le ossessioni  e contribuisce al rinnovamento interiore. Dona forza ed energia coraggio e costanza , rinforza lo spirito e lo custodisce , aiuta a mantenere  la lucidità mentale ed equilibrio. Molto utile nei cambiamenti di stagione, ed in tutti i cambiamenti della vita . (lavoro/pensione , scuola/lavoro, ecc).

Il Cedro è un albero di montagna, che cresce fra il 1200 e 1800 metri  di altitudine. Sulle pendici del monte Libano si trova il bosco sacro descritto in molte saghe; per migliaia di anni gli  uomini vi  si recavano  in pellegrinaggio e vi restavano qualche giorno  per rinforzarsi, cercare conforto e trovare il perdono assaporando l’aura profumata degli alberi .

Questi riempivano l’aria del loro profumo Balsamico e caldo producevano un effetto benefico sulla mente e sul corpo. L’olio essenziale estratto dal Cedro del Libano non è più in commercio, dato che oramai gli esemplari rimasti di questi alberi sono pochissimi.  Per questo motivo in aromaterapia si utilizza l’olio di Cedro del  monte Atlante, che proviene prevalentemente dal Marocco .

 

Per inalazione e diffusione ambientale ;  il Cedro conferisce maggiore determinazione, forza, costanza,  pace, calma e stabilità , ottimo riequilibrante e vivificante togliendo quell’agitazione interiore . 

Per il corpo : antisettico mucolitico,allevia i crampi, antiallergico, antistaminico, stimola il flusso linfatico.

Per la pelle : antisettico, purificante, astringente. 

Repellente per gli insetti, si usa spesso come profumo negli armadi ai cambi stagione contro le tarme, tarli e altri parassiti, è ottimo per profumare la casa.

Si miscela bene con : Bergamotto, Camomilla Romana, Cipresso, Gelsomino,Incenso, Vetiver, Lavanda, Limone, Neroli, Rosa, Rosmarino, Ylang Ylang,Salvia, Ginepro, Arancio.

 

Pubblicato il

INNALZATI CON IL BERGAMOTTO

FRESCA ENERGIA AL PROFUMO DI BERGAMOTTO

L’olio essenziale di Bergamotto dal profumo fresco, vivace e fruttato, caldo e vivificante  dona energia e leggerezza, dona  speranza alle aspettative  sfiorite.  Illumina la vita e aiuta a vedere le alternative. 

Non possiamo inziare a parlare del bergamotto senza evidenziare il suo utilizzo principale e storico, utilizzo che in questi ultimi anni si è moltiplicato fino ad evidenziare le prorpietà mutraceutiche e terapeutiche di un agrume che tutto il mondo acquista solo ed esclusivamente dalla Calabria. 

Il suo nome botanico è Citrus bergamia, appartiene alla famiglia delle Rutaceae, la famiglia degli agrumi. Ha trovato il suo habitat ideale in Italia, dove viene coltivato con successo da anni in provincia di Reggio Calabria, su una sottile striscia di terra lunga un centinaio di chilometri, bagnata dal mar Ionio, situata tra Villa San Giovanni e Gioiosa Ionica.

Confermato dalle nuove tecnologie scientifiche moderne quanto da sempre affermato da nostri avi, il bergamotto ed i suoi sottoprodotti è il frutto della salute e del benessere, da qui le indicazioni terapeutiche. Viene con successo impiegato per le cure cardiache, colesterolo, trigliceridi e glicemie, in un convegno sul bergamotto a fine 2015, alcuni medici hanno evidenziato le possibili applicazioni in medicina per la cura dei tumori, per via dei particolari polifenili presenti nel bergamotto calabrese

Il bergamotto sotto forma di essenza, lo troviamo nelle componenti della più della metà dei profumi femminili ed in oltre il 70% di quelli maschili che vengono prodotti nel mondo. Dal 1920 il bergamotto è l’ingrediente leader di ogni fragranza profumiera, oggi grazie alle possibili nuove ricerche che confermano l’eccezionalità di un agrume che attraverso il terreno ed il microclima della Calabria Jonica rendono il bergamotto calabrese di una qualità e consistenza non riscontrabile in nessuna altra parte del mondo.

 

 

Gli effetti della fragranza: antidepressivo e ansiolitico, migliora l’umore e porta la felicità. Ha la capacità di alleviare la paura, alimenta la fiducia in se stessi, rallegra lo spirito. Il suo profumo dolce, fresco e floreale lo rende molto gradito. Negli stati di convalescenza e di prostrazione fisica e psicologica rinvigorisce e stimola, calma i nervi, le tensioni da stress e gli stati d’ansia.

Principali costituenti : esteri, monoterpeni, alcoli. L’olio essenziale di bergamotto contiene più di 340 componenti. I principali sono: alfa limonene (19-38%), linalolo (10-20%), beta pinene (3-10%), acetato di linalile (20-60%), nerolo, geraniolo, alfa terpineolo, farnesolo, citrale, furocumarine, che conferiscono a questo olio proprietà profumanti, aromatizzanti, antisettiche e cicatrizzanti.

La sua unica pecca dal punto di vista chimico è l’alto contenuto di cumarine/furocumarine, bergaptene ed altre furocumarine, che date le loro proprietà fotosensibilizzanti rendono non adatto l’olio essenziale di bergamotto grezzo alla preparazione di cosmetici solari

L’olio essenziale di Bergamotto è ottenuto per spremitura a freddo della buccia verde del frutto , si presenta molto liquida di colore verde . 

Azione : 

Per il corpo:  antibatterico , antinfiammatorio, febbrifugo , stimola l’appetito , digestivo e contrasta i crampi

Per la mente : rasserenante antidepressivo

Per la pelle : astringente, purificante, antisettico, deodorante. 

Utilizzo

Diffusione ambientale: 1 goccia per ogni mq dell’ambiente in cui si diffonde, mediante bruciatore di oli essenziali, o negli umidificatori dei termosifoni, come antidepressivo e ansiolitico, per migliorare l’umore; ha la capacità di alleviare la paura, alimentare la fiducia in sé stessi, rallegra lo spirito; negli stati di convalescenza e di prostrazione fisica o psicologica, rinvigorisce e stimola, calma i nervi, le tensioni da stress e gli stati d’ansia; è indicato negli ambienti fumosi, per rinfrescare e profumare l’aria.
Utilizzi in cosmetica: deodorante e antinfiammatorio, indicato per la cura della pelle, nei bagni e nelle saune; qualche goccia, aggiunta in una crema o ad un olio vegetale, aiuta a combattere efficacemente prurito, pelle grassa, foruncoli, infezioni esterne.

Consigli : 

MISCELA RIVITALIZZANTE

Indicata per iniziare, con un massaggio, in modo positivo la giornata e per quando ci si sente stanchi e spossati.

Oli essenziali di: menta, basilico, mirto, bergamotto, lemongrass, diluiti in totale al 2% in olio di jojoba e mandorla.
MISCELA PER LA SERA
Adatta in particolar modo alla stanza dei bambini, favorisce il sonno, evita gli incubi e rilassa dolcemente. Oli essenziali di: neroli, mandarino, bergamotto, camomilla, vaniglia, lavanda. Lasciar diffondere dalla lampada o dalla fontana energetica questa miscela per un’ora circa la sera prima di andare a dormire.