Classi di diluizione e intensità ed effetti del profumo

cucciolo-annusa-fiore

Classi di diluizione

intensità

ed effetti del profumo

 

A seconda della concentrazione degli oli eterici in essi contenuti, i diluenti vengono suddivisi nelle seguenti categorie:

  • Eau de Solide EdS, a bassa quantità di oli eterici (fino a 1 %); TM ‘EdS’
  • Eau de Cologne EdC (3-5 %); TM ‘Koelnisch Wasser’
  • Eau de Toilette EdT (6-9 %), quantità possibilmente più alta nelle variazioni più intense o estreme
  • Eau de Parfum EdP (10-14 %), per le varianti più intense si ha una percentuale di 20 %;
  • Estratto di Profumo (15-30 %), per le varianti più intense si ha una percentuale di 40 %;

Più materie odorose sono comprese nel profumo, più si innalza il suo potenziale irritante, aumentando il numero di prodotti chimici che entrano in contatto con la pelle. Le varianti estreme o intense contengono una quantità di oli eterici ancora più alta.

Gli eau de solide o eau fraîche, o commercialmente, lanciati sul mercato nel 1994, hanno aperto la strada ad una nuova collezione di profumi estivi più tenui, spesso commercialmente legati alla dicitura summer edition.

Intensità ed effetti del profumo

A seconda della sua composizione, ogni profumo ha una propria intensità e propri effetti.
La scelta delle materie odorose e della loro concentrazione influenza sia l’intensità del profumo, sia il suo effetto. Perciò vengono distinte soglie differenti:

  • Soglia d’effetto: il corpo reagisce al profumo di un’intensità quasi impercettibile
  • Soglia della percezione: si percepisce una certa aura, ma che non si sa definire
  • Soglia di riconoscimento: si riconosce il profumo e lo si sa definire
  • Soglia del piacere: si percepisce l’intensità del profumo
  • Soglia dell’eccesso: il profumo ha una nota troppo forte e provoca una sensazione d’invadenza
  • Soglia di fuga: il profumo provoca una reazione di fuga

Un profumo può accogliere in sé diverse quantità delle materie di base e creare note profumate differenti. Le nuances del profumo possono essere per esempio fiorite/femminili, mascoline, orientali, fruttate, velate, agrumate o classiche/eleganti.

  • La nota di testa (o nota capitale) si percepisce subito dopo l’applicazione del profumo sulla pelle. Siccome questa nota è molto importante per l’acquisto, la nota di testa è più intensa delle altre e viene impressa per mezzo di sostanze profumate leggere e passeggere. Per questo motivo è necessario testare il profumo sulla pelle per qualche ora per poter percepire anche la nota emozionale.
  • La nota di cuore si può percepire nelle ore che seguono la scomparsa della nota capitale.
  • La nota di fondo è l’ultima parte del processo profumiero e contiene elementi persistenti.

I profumi possono essere conservati per lungo tempo in una stanza buia e fresca in modo che il profumo non venga alterato dalla luce, dall’umidità o dal calore. Se il profumo viene conservato troppo a lungo o in una sistemazione non adatta, può alterarsi in modo non piacevole.