Pubblicato il

DOLCE E DELICATA …CON LA VIOLETTA

La violetta  a vari significati, molti dei quali sono dovuti al suo colore, alle sue dimensioni e al suo aspetto delicato. È nota come fiore dell’umiltà, della tenerezza e della modestia. Si tratta di un fiore molto amato nella storia dai tempi degli antichi Greci, che ne esaltavano soprattutto la delicatezza e la collegavano alla sensibilità

La violetta dall’aroma  floreale dolce,  dona eleganza e discrezione , è squisitamente femminile .

L’essenza di violetta sensibile e delicata,  aiuta ad aumentare la sensibilità, la ricettività, la creatività del pensiero, a  lenire le ferite dell’esistenza in particolare le delusioni d’amore, infatti il suo profumo conforta il cuore, tranquillizza e tonifica, inclina all’amore, addolcisce e favorisce i sentimenti, rischiara la mente rendendola più riflessiva e pacata. 

La violetta possiede proprietà espettoranti utili in caso di tosse o bronchite , depura la pelle e deterge i pori , stimola la circolazione, antinfiammatoria nei casi di problemi circolatori e reumatismi . 

La violetta appartiene alla famiglia delle violacee, che comprende circa 400 specie; tra quelle più comuni si trova la viola mammola o violetta di Parma. L’origine di questa pianta non è chiara: è stata importata in Europa probabilmente dal Nord Africa o dall’Oriente, e deve provenire da zone con un clima temperato perché è molto sensibile al freddo. Si coltiva da più di 2.000 anni e da secoli è utilizzata in profumeria. Gli Arabi furono i primi a distillarne il prezioso olio essenziale. Si riteneva che il profumo della violetta desse sollievo e rendesse più robusto il cuore. In passato l’utilizzo di questo fiore nella produzione di profumo fu massiccio, non solo in Francia ma anche in Inghilterra e Italia. La Regina Vittoria ordinò la coltivazione di circa 3000 vasi nelle serre del Castello di Windsor: allora era molto alla moda non solo profumarsi di viole ma anche portare un mazzetto di viole fresche all’occhiello.

I costituenti profumati si trovano sia nelle foglie che nei petali. L’olio essenziale ricavato dalle foglie è di colore verde, con un aroma deciso, mentre quello dei fiori è di colore giallo-verde, con un aroma floreale ricco e dolce.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *